La Lega lancia il suo candidato, i vertici regionali e gli alleati puntano su Vincenzo Tropiano

Anche la Lega scalda i motori in vista delle prossime elezioni amministrative tiburtine. Il partito di Salvini, guidato a Tivoli dal consigliere comunale Vincenzo Tropiano, ha lanciato la rincorsa a Palazzo San Bernardino con la presentazione di Laboratorio Tivoli. Un gruppo di forze, politiche e civiche, che sembra avere proprio nella figura del consigliere, già assessore al Turismo ai tempi dell’amministrazione Gallotti nel 2010 e consigliere con il Gallotti 1996, come candidato sindaco. Investito direttamente dal consigliere regionale Daniele Giannini, e da alcuni esponenti della coalizione, Tropiano nel corso della presentazione di Laboratorio Tivoli, lunedì sera a Tivoli Terme, ha annunciato i gruppi che al momento fanno parte del progetto.

Nel Laboratorio ci sono Amore per Tivoli, già lista d’appoggio a Gallotti nelle comunali del 2010 e nelle cui fila era candidato Tropiano, Tivoli sei Tu che raduna diversi commercianti, Amore per Tivoli, Laboratorio Tivoli, Fiamma Tricolore e Casa Pound.

“La coalizione, comunque, è aperta e non metteremo paletti o veti nei confronti di nessuno. Tutti coloro che si sentono contrari a questa amministrazione ed al centro sinistra sono i benvenuti” ha spiegato Tropiano.

La coalizione

“Questo non è un mero accordo elettorale – ha aggiunto il candidato designato – ma un progetto politico per scardinare quanto fatto negli ultimi anni. A Tivoli c’è un centrosinistra evidente, composto dal PD e dalla così detta Agenda Tivoli, ed un centrosinistra mascherato dietro i movimenti civici. Ci sono temi su cui un’amministrazione può dimostrare da che parte stare come quando si fa tavolo di concertazione con i Rom, si estende il porta a porta alle roulotte di campo nomadi quando interi quartieri non l’hanno”.

“Noi – prosegue Vincenzo Tropiano– vogliamo una coalizione modello Molise. Vogliamo una grande coalizione, una corazzata che può vincere queste elezioni e riportare il centrodestra alla guida della città. Per questo non accettiamo veti, paletti e primarie. Diciamo no alle primarie perché non vogliamo che in un’elezione libera altre figure decidano il candidato della Lega. Quattro anni fa questo è accaduto, alcune persone dietro un simbolo di un partito di centro destra sono stati determinanti per scelte del centrodestra e poi a dieci giorni hanno salutato e si sono accasati nella coalizione dei civici di Proietti. Non lo possiamo permettere, abbiamo imparato la lezione”.

L’endorsement

Toni già da campagna elettorale, quindi, nell’incontro che ha visto la partecipazione del consigliere regionale Daniele Giannini: “La squadra è quella che conta – ha commentato -, quella che andrà a vincere. Via personalismi, si concorre tutti per la Lega, per un grande risultato per la Lega e per Tivoli che rivendicare nei prossimi mesi un grande risultato per la Lega. Porto l’appoggio del partito alla Lega a Tivoli. Sarà importante che compagine del territorio delinei la lista, le alleanze, gli accordi con i partiti, evitando gruppo che poi possano fare brutti scherzi dopo. Chi vuole si può aggregare lo può fare, senza doppi fini ed evitando strane persone che passano da sinistra a destra con disinvoltura. Secondo noi abbiamo anche persona da candidare a sindaco, ed è Vincenzo Tropiano. Da pochi mesi in consiglio comunale ed ha già dato impronta importante”.

Fonte ufficiale: NOTIZIA LOCALE | Leggi l’articolo

Leave a comment